.. . . o non ha il tempo nemmeno per controllare di che colore è il proprio pollice!

Che vi devo dire? Ho sempre provato un pizzico di sana invidia per quelle donne che, nonostante i mille impegni, tengono la casa in perfetto ordine e trovano anche il tempo di curare le piante e perfino di posizionare qua e là splendidi vasi con fiori freschi.

Ecco, meglio chiarirlo subito: io non sono una di quelle superwoman. Mi piacerebbe, ma non ne avrei il tempo e, a dirla tutta, non mi piace l’dea che vengano recisi i fiori. Inoltre non ho mai avuto il pollice verde per le piante in vaso: perfino le piante grasse con me non sopravvivono oltre il mese (e mi sono allargata)!!!!

Come fare per salvare capra e cavoli, mi sono detta? Ho chiesto consiglio alla mia amica Fausta, ideatrice e titolare di SOLVZIONI, che vanta una  lunga esperienza nell’Home decor e, in particolare, nelle decorazioni floreali.

La soluzione ideale per le casalinghe a tempo perso come la sottoscritta è rappresentata, ebbene sì, da FIORI e piante ARTIFICIALI.

Basta seguire questi 6 SEMPLICI CONSIGLI:

 

1- Pianificate a tavolino l’effetto che volete ottenere in termini di arredo. Salvate sul cellulare foto di fiori veri e di composizioni con accostamenti di colori che siano in armonia con l’ambiente di destinazione, così sarà più facile acquistare esattamente ciò che vi serve. Se non vi sentite sicure, identificate un esperto di decorazioni floreali e fatevi aiutare!

2- Scegliete piante artificiali di elevata qualità. Costano un pò di più, ovviamente, ma ne vale la pena sia perchè sono davvero indistinguibili dall’originale, sia perchè è un investimento durevole nel tempo: risparmierete comunque rispetto ad ottenere lo stesso effetto con i fiori freschi. Dovete evitare in tutti i modi l’effetto plastica! 

3- Create una composizione realistica e disponetela in vasi veri, con terra o acqua, a seconda dei casi. Possiamo disporre, ad esempio, i fiori recisi in un bel vaso di cristallo con acqua e le piante grasse in un vaso di terracotta con terra e pietre. Nelle immagini riportate in questo post, potete avere numerosi esempi e apprezzare l’effetto finale.

4- I fiori artificiali vanno in acqua artificiale. Dal momento che il nostro obiettivo è che la composizione sia il più possibile realistica, se utilizziamo vasi trasparenti, si dovrà vedere l’acqua. I nostri fiori però, soprattutto se sono di qualità elevata, potrebbero rovinarsi a contatto con la normale acqua di rubinetto: utilizzate quindi ‘acqua per fiori artificiali’.Si tratta in realtà di una resina trasparente riutilizzabile che vi darà un realistico ‘effetto acqua’.

5- Variate le disposizioni delle composizioni in casa. Se volete che gli ospiti non notino la differenza con una composizione di fiori freschi (io, a dire il vero, non lo nascondo mai, anzi ne vado fiera!) tenete a portata di mano più di una composizione e cambiate loro di posto dopo qualche giorno. Ancora di più: potete esporre volta per volta i fiori di stagione e, nel caso delle piante, disporle in ambienti e in esposizioni di luce credibili in base alla natura di quella particolare pianta.

6- Tenete le vostre composizioni sempre pulite. Ricordatevi di eliminare ogni traccia di polvere dalle vostre meravigliose creazioni. Esistono in commercio prodotti specifici, ma se non ci sono tracce di grasso (cosa che ad esempio può succedere in cucina, vicino ai fornelli) è sufficiente un semplice spolverino.

 

Il leader, per esperienza e qualità, dei fiori artificiali, è senz’altro il noto marchio SIA (vedi post precedente: Il sogno di Sonja ha inizio in cucina), distribuito a Roma da SOLVZIONI: se siete a Roma e avete deciso di aggiungere alla vostra casa questo vero e proprio complemento di arredo, vi suggerisco vivamente di farvi consigliare da Fausta, che realizzerà per voi e insieme a voi la composizione più adatta alle vostre esigenze e al vostro budget.

Mi raccomando, mandatemi le foto!!!

Io intanto vi mostro la collezione SIA Autunno/Inverno 2016….non sono meravigliosi?