Metti una sera a cena a Penna Sant’Andrea.

In questo blog si parla di sogni e si parla di voglia di cambiare, di lasciare il segno. A tale scopo, oggi voglio raccontarvi un esempio di cosa sta succedendo in uno di quei piccoli ma preziosi centri abruzzesi colpiti dal terremoto del centro Italia, che dimostra quanto sia importante la solidarietà e il valore dell’amicizia.

Il territorio di Penna Sant’Andrea, in seguito ai fenomeni sismici del 2016, proseguiti e aggravati dal maltempo fino a inizio 2017, ha subìto ingenti danni che, come sappiamo, hanno messo in seria difficoltà la cittadinanza. Ma i pennesi non si sono certo persi d’animo: si sono rimboccati le maniche, si sono rialzati e sono ripartiti, grazie anche a tante manifestazioni di solidarietà.

Chiunque abbia visitato almeno una volta nella vita questi luoghi, vuole vederli rinascere. Vuole tornarci. Certo, perché in questi posti la natura, l’arte e le tradizioni ti avvolgono e ti fanno sentire a casa.

Questo deve aver pensato un gruppo di ragazzi di Mordano, Comune di 4.700 anime, che ha messo in pratica un’idea nata in una serata tra amici: organizzare nel territorio del Comune di Penna Sant’Andrea una sagra romagnola, i cui proventi costituiscano un fondo che aiuti i pennesi ad andare avanti nelle attività di ricostruzione.

fonte: Il Resto del Carlino

Il primo passo di questa emozionante iniziativa è stato già compiuto 10 giorni fa, con l’evento ‘Amici di Penna’ L’8 aprile scorso, infatti, i pennesi hanno messo a tavola 350 mordanesi e i proventi di questa cena sono stati consegnati ad un emozionato Severino Serrani, sindaco di Penna Sant’Andrea. L’occasione è servita anche per iniziare a programmare la festa, che avrà luogo i prossimi 24 e 25 giugno.

 

 

Tantissime sono le iniziative di sostegno al nostro amato Centro Italia e sono proprio queste le notizie che vogliamo sentire perchè servano da esempio per tutti.

Forza Penna Sant’Andrea e Forza Centro Italia: SIAMO UN CUORE UNICO!

SIAMO UN CUORE UNICO: Guarda il video Rai

 

Fonte: valledelleabbazie.it

La Riserva Naturale Regionale Castel Cerreto si estende per 143 ettari, in cui percorrere itinerari con viste mozzafiato, a piedi, in bici, ma anche in auto e moto. Il parco rientra nel progetto ‘La Valle delle Abbazie’, che prevede la possibilità di dormire, mangiare e acquistare prodotti tipici, restando sempre all’interno dell’oasi naturalistica.

Per i romani, una fuga ideale dal caos cittadino (in sole 2 ore di autostrada)!

Cliccando QUI troverete tutte le info. 

Castel Cerreto è social: Instagram – Facebook

Laccio d’amore è un’associazione folkloristica di Penna Sant’Andrea <<La danza del Laccio d’amore affonda le sua radici nella preistoria essendo, secondo gli studi più attendibili, l’ultimo residuo di una più vasta liturgia di riti agresti di venerazione delle divinità arboree e di propiziazione della fecondità.

Fonte: lacciodamore.com

A Penna Sant’Andrea il ballo del laccio è rimasto radicato sino ad oggi assumendo la connotazione di danza tipica delle feste e di ballo propiziatorio dei matrimoni, in occasione dei quali è tradizione ancora oggi trarre presagio per il futuro della coppia dalla riuscita dell’intreccio e del disintreccio dei nastri. Una tradizione tanto longeva richiede impegno e costanza non solo nei membri del gruppo, ma in tutti i cittadini del comune, che si pongono quali custodi di una cultura centenaria. Nelle famiglie la danza viene infatti tramandata da padre in figlio, in modo da avere sempre nuovi ballerini, mano a mano che il ricambio generazionale, renderà necessaria l’entrata di “giovani” danzatori.>>

 

Per saperne di più, visitate il sito dell’Associazione, da cui sono tratte le info.

Volete conoscere di più su questo meraviglioso paese ed essere aggiornati sui prossimi eventi che si terranno a Penna Sant’Andrea? Qui trovate il link con il portale del Comune. Ecco invece come potete raggiungere su Facebook la pagina della proloco.

Gli scatti dei pennesi